A dental professional wearing safety PPE gear and white lab coat smiling compassionately

Salute parodontale

La salute parodontale si riferisce alla salute del parodonto, ovvero l'insieme dei tessuti specializzati che circondano e sostengono i denti. Essi comprendono le gengive, i tessuti connettivi e l'osso alveolare. Secondo la Nuova Classificazione EFP / AAP, la salute parodontale è definita come l'assenza di malattia (l'infiammazione), valutata clinicamente e tiene conto della naturale risposta immunitaria con riferimento ai livelli di marker biologici e infiammatori compatibili con uno stato di equilibrio (omeostasi). Le malattie parodontali sono condizioni che colpiscono il parodonto in diverse forme, le più frequenti sono la “gengivite” e la “parodontite”.

 

  • Eziologia, cause e sintomi

    La nuova classificazione EFP / AAP riconosce due grandi categorie di malattie gengivali: malattie gengivali non derivanti dal biofilm della placca dentale e gengiviti derivanti dalla placca dentale. Le malattie gengivali non indotte dal biofilm della placca dentale includono una varietà di condizioni che non sono causate dalla placca e di solito non si risolvono dopo la rimozione della placca. Tali lesioni possono essere manifestazioni di una condizione sistemica o possono essere circoscritte alla cavità orale. La gengivite indotta dalla placca dentale ha segnali e sintomi clinici differenti, si risolve completamente attraverso un adeguato controllo della placca e sia i fattori predisponenti locali che i fattori di natura sistemica possono influenzarne l'estensione, la gravità e la progressione.

    Se la gengivite rimane non trattata ed è aggravata da altri fattori (genetici, ambientali, locali), l'infiammazione causata dai batteri evolverà verso la parodontite. La parodontite è caratterizzata da un processo distruttivo e irreversibile che colpisce tutti i componenti del parodonto, vale a dire l'osso alveolare, il cemento che circonda il dente e il legamento parodontale.

    Si ritiene che circa la metà degli adulti sopra i trent'anni abbia un certo grado di malattia parodontale, ma la prevalenza effettiva potrebbe essere più alta. Anche i seguenti fattori possono aumentare il rischio di malattie gengivali:

    • Fumo.

    • Età.

    • Diabete.

    • Stress.

    • Un indebolimento del sistema immunitario.

    • Gravidanza.

    • Alcuni farmaci che causano secchezza delle fauci.

    • Fattori ereditari.

    Ulteriori informazioni sulla nuova classificazione EFP / AAP delle malattie parodontali su: https://www.efp.org/publications-education/new-classification/

  • Impatto sulla qualità della vita dei pazienti

    Le malattie parodontali hanno conseguenze sulle condizioni di salute dell'uomo sia localmente che a livello generale. Molti dei sintomi locali come sanguinamento, alitosi, recessione gengivale, mobilità dei denti, dolore e alla fine la perdita dei denti, possono influire notevolmente sulla qualità della vita dei pazienti e causare disagio e ansia.

    Il sanguinamento gengivale è un sintomo comune a tutte le fasi ed è anche probabile che il paziente provi dolore e sensibilità a causa dell'infiammazione delle gengive. Ciò può potenzialmente influire sul piacere di consumare determinati alimenti e rendere difficile una corretta igiene orale.

    Con il progredire della malattia parodontale, le gengive si retraggono e lasciano esposta la dentina radicolare. Di conseguenza, l'ipersensibilità dentinale e la carie della radice possono verificarsi anche insieme alla parodontite, con un ulteriore impatto sulla qualità della vita e portando a un trattamento potenzialmente più invasivo.

    La parodontite porta alla formazione di tasche tra i denti e le gengive che possono essere difficili da pulire. Cibo e batteri possono facilmente rimanere intrappolati, portando a un ulteriore accumulo di placca e alitosi o alito cattivo. Ciò può causare notevole imbarazzo e ansia al paziente.

    La malattia parodontale avanzata può portare alla perdita dei denti, che può essere scioccante e angosciante per i pazienti. Se il dente è visibile, la sua assenza potrebbe influire negativamente sulla fiducia e sull'autostima del paziente.

    Dal punto di vista della salute sistemica, l'infiammazione persistente dei tessuti parodontali può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, malattie renali croniche e artrite reumatoide e può influire negativamente sul controllo del diabete e sugli esiti della gravidanza.

    617617109
  • Prevenzione, gestione e trattamento

    ll modo migliore per prevenire le malattie parodontali è mantenere una corretta igiene orale al fine di controllare efficacemente il biofilm orale. In pazienti molto suscettibili, tuttavia, la malattia parodontale può ancora evolversi nonostante gli sforzi per mantenere una corretta igiene orale. Abitudini di igiene orale adeguate eseguite quotidianamente dovrebbe essere accompagnate da visite regolari dal dentista per facilitare una diagnosi precoce e un adeguato follow-up in caso di malattia.

    Il trattamento della gengivite richiede la rimozione della placca dentale accumulata e del tartaro, ovvero la causa. Questo trattamento è noto come profilassi dentale professionale (o pulizia sottogengivale o pulizia dentale) e viene eseguito da professionisti della salute orale. Inoltre, i pazienti devono migliorare l'igiene orale quotidiana e essere supportati nella gestione dei fattori di rischio. I pazienti possono anche utilizzare dentifrici e collutori antibatterici da banco contenenti vari principi attivi come ioni stagno, di zinco o clorexidina per integrare l'efficacia della rimozione meccanica della placca attraverso lo spazzolamento quotidiano.

    Il trattamento della parodontite prevede diverse fasi. Nella fase iniziale del trattamento, vengono rimossi dalle tasche parodontali i batteri, mediante pulizia sottogengivale, scaling, e la pulizia della superficie radicolare (nota come terapia parodontale convenzionale o terapia parodontale non chirurgica, pulizia profonda). Questa fase ha lo scopo di rimuovere la placca, il tartaro e il tessuto danneggiato all'interno delle tasche parodontali e delle superfici radicolari.

    Negli stadi più avanzati della malattia parodontale, può essere necessario intervenire chirurgicamente sulle tasche parodontali profonde, tramite chirurgia parodontale (nota come terapia parodontale chirurgica). Occasionalmente, la chirurgia parodontale può anche implicare l'applicazione localizzata di procedure di rigenerazione parodontale.

    Con questi trattamenti, la malattia parodontale dovrebbe essere sotto controllo e i pazienti entrare nella fase di mantenimento (o supporto). Questa fase è fondamentale per ottenere il controllo a lungo termine della parodontite e prevede un'adeguata igiene orale individuale quotidiana con prodotti antimicrobici per l'igiene orale, insieme a regolari controlli dai professionisti dentali.

    Ulteriori informazioni sulle ultime linee guida per la prevenzione e il trattamento delle malattie parodontali sul sito web dell'EFP (European Federation of Periodontology): https://www.efp.org/publications-education/

     

    1756565513

Prodotti

Water droplet with cups inside on a red background

 

 

Vedi altro

Materiali

Water droplet with cups inside on a red background

 

 

Vedi altro

Educazione professionale

Water droplet with cups inside on a red background

 

 

Vedi altro